domenica 24 giugno 2012

Anche i killer mangiano fagioli


Gli action movie sono come il tex-mex per la ristorazione, un male necessario, che mette d'accordo tutta la famiglia con buona pace della mamma (parlo sia del cinema che della cucina!).
Un genere che non ti coglie mai impreparato, che sai già quello che ti può dare e difficilmente ti stupirà e che purtroppo e per fortuna, anche se con nomi diversi, ha sempre lo stesso menù!
Killer Elite non sfugge a questa legge divina ma ti anticipa già dal titolo che per la serata è prevista solo l'opzione deluxe e non si fanno sconti alla cassa!
Le portate sono sempre le stesse: una pseudo organizzazione pseudo governativa pseudo militare pseudo segreta con il solito acronimo di tre lettere a caso, il corretto e etico pupillo all'ultima missione per la serie smettoquandovoglio, il vecchio mai troppo vecchio reduce del fottutissimo vietnam, un pò di terroristi che fanno sempre scena, il ricatto morale di un procacciatore d'affari senza scrupoli e come dessert il cattivo che alla fine sembra quasi il più buono!
A garantire per la qualità del cibo il sempreverde Bob De Niro che anche se utilizzato con il contagocce fa sempre la sua porca figura come nei tempi migliori. Ormai sta diventando come Banderas che per raccimolare qualche quattrino ha dovuto sfrattare l'allegra famiglia del Mulino Bianco, ma almeno lui continua a fare il suo lavoro e non parla con le galline!
A farla da padrone è invece il sempre sottovalutato Jason "e fattela na risata" Statham, ancora una volta nei panni del protagonista di un film che non rende ancora giustizia alla sua bravura!
A mio modesto avviso è l'unico che potrebbe contendere il premio Canotta D'oro a Bruce Willis fosse solo per la coerenza dei suoi personaggi! E lo dimostra palesemente anche in Killer Elite dove riesce a fare il culo ai cattivoni anche legato ad una sedia. Solo quella scena vale il prezzo del biglietto (per chi non ha la tessera 3!).
Per le donne la portata principale vorrebbe (dovrebbe) essere Clive Owen. Prestazione di tutto rispetto la sua, fatta eccezione per i baffetti improponibili da ispettore di polizia locale.
La particolarità della serata però è un'altra: l'ambientazione negli anni ottanta!
Una vera chicca che dà al tutto una vena realistica a tratti affascinante in quanto si spara con pistole normali e non con missili all'uranio impoverito e si va in giro con auto che fanno i 130 all'ora e non con mustang truccate che saltano su elicotteri o che si trasformano in anfibi.
Insomma un action movie in stile vintage se vogliamo un pò fighetto, ma pur sempre con birrozza e rutto libero!

1 commento:

Affari nostri ha detto...

Un film standard e prevedibile che non annoia, e appassiona gli amanti del genere action

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...