martedì 14 giugno 2011

The Social Network, quello vero

the social network
Qualche sera fa ho finalmente visto The Social Network di David Fincher, e ovviamente non posso esimermi dal recensirlo.
Il film racconta di come il mio diretto concorrente Mark Zuckerberg abbia inventato Facebook, anzi...The Facebook! E si, era questo il suo nome d'origine, poi tranciato dell'articolo sotto consiglio dell'inventore di Napster, nonchè attuale socio di Mark. Non mi soffermerei tanto sulla trama, visto che la potete trovare da altre parti, ma bensì su un altro paio di aspetti. Il primo è che la figura di Zuckerberg a mio avviso ne esce un pò troppo martoriata. Nell'ordine: nerd, sfigato, asociale (cazzo, avrà chissa quanti amici su facebook!!!!!), vigliacco, inaffidabile, traditore, ladro di proprietà intellettuale, rancoroso, immorale, millantatore, bugiardo (anche sotto giuramento) e soprattutto pezzo di merda di dimensioni colossali. Volutamente tralascio le altre cose non palesi ma intuibili! Mi è sembrato leggermente esagerato per colui che in pratica ha inventato (a torto o a ragione) il più potente mass media dopo la tv!
Il secondo è la verosimiglianza utilizzata nel film. La vera storia la si conosce dai giornali. Ci sono state delle cause e dei processi, ma chiaramente nella finzione bisogna un pò romanzare il tutto. Il mio consiglio è di prendere con le pinze tutto quello che si vede in The Social Network, cercando di fare una cernita e separare il VEROSIMILE dalla leggenda metropolitana in modo da farsi una propria personalissima idea della vicenda. Ciò non toglie che la visione è esaltante perchè è la palese dimostrazione che solo chi è talmente folle da pensare di poter cambiare il mondo lo cambierà davvero.
Ps. quando faranno un film su questo blog, vorrei che il mio ruolo fosse interpretato da Jason Statham

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...